Il kaos dell'ammonite

Si deve avere un caos dentro di sé per creare una stella danzante. (Nietzsche)

Serie Tv & Make-Up - A Discovery of Witches

Succede che, iniziate una serie tv, vi rapisce, la finite, e la riguardate in loop almeno 3-4 volte, vi è mai successo?

Se si, bene, allora ci capiamo.





E' precisamente quello che è successo a me incappando in "A Discovery of Witches", serie tv britannica che prende spunto dalla Trilogia delle Anime di Deborah Harkness (libri prontamente acquistati).

Vi lascio qui sotto l'estratto del primo libro, su cui appunto si basa la prima stagione:

Quando Diana Bishop, una giovane storica studiosa di alchimia, scopre nella biblioteca Bodleiana di Oxford un antico manoscritto che vi era rimasto celato per secoli, non si rende conto di aver compiuto un gesto decisivo per la sua vita. Discendente da una stirpe di streghe, dopo la morte in circostanze misteriose di entrambi i genitori Diana aveva scelto di bandire la magia dalla propria esistenza. Ma la sua vera natura non è facile da relegare nell'ombra. Ora il potere del manoscritto è più forte di ogni sua decisione e, nonostante tutti i suoi tentativi, non riesce a metterlo da parte. Ma non è la sola a sentire con prepotenza l'attrazione per quell'antico testo, che nasconde oscure verità, incantesimi e sortilegi. Perché le streghe non sono le uniche creature ultraterrene che vivono a fianco degli umani, ci sono anche demoni, fantasiosi e distruttivi, e vampiri, eternamente giovani, e tutti sono interessati alla scoperta di Diana. Tra essi c'è Matthew Clairmont, un vampiro, professore di genetica appassionato di Darwin, il cui interesse per il manoscritto viene presto superato da quello per la giovane strega. Insieme intraprenderanno il viaggio per sviscerare i segreti celati nell'antico libro. Ma l'amore che nasce tra loro, un amore proibito da leggi radicate nel tempo, minaccia di alterare il fragile equilibrio esistente tra le creature e gli umani e di scatenare un conflitto che può avere conseguenze fatali.

Dopo aver cominciato la serie mi sono accorta di aver letto la trama del primo libro ("Il libro della vita e della morte") qualche anno fa, ed essendo una divoratrice di libri genere fantasy romance, ricordo di essermi pure detta mmm carino, ma strega e vampiro mi sembra un po' una cagata, e l'avevo lasciato lì sullo scaffale in libreria.
Cogliona. Sono una cogliona.

Ora vi starete chiedendo come mai vi sto parlando di una serie tv su questi schermi,...ecco, il fatto è che l'averla guardata e riguardata almeno 10 volte mi ha dato l'ispirazione per creare alcuni look, quindi ho pensato di prendere make-up e intrattenimento ed unirli in un post.

Pensavo di parlarvi della serie, delle mie impressioni e di farvi intanto vedere i look, io direi di provare così, poi vediamo...




Come sono venuta a conoscenza di questa serie tv?
Questa serie è un'esclusiva Sky, mi ci sono imbattuta per caso nel mentre che cercavo nell'app nsul tablet le dirette di Masterchef Italia, però così a vedere la locandina mi sembrava più un documentario che altro (cogliona), quindi prima di appropinquarmici mi ci è voluto un po'.

La serie ahimè, è veramente corta, 8 episodi per la prima stagione, agli inglesi piace fare serie tv corte (maledetti).
La cosa buona perlomeno è che dato il successo hanno già firmato per la seconda e la terza stagione.
Attualmente stanno girando/finendo la seconda stagione (che hanno girato pure qui in Italia, in Piemonte persino, a saperlo li pedinavo), che dovrebbe uscire si pensa per fine anno...il che vuol dire che in Italia si vedrà forse il prossimo anno...però vi dico, non sottovalutate la lingua originale (con sottotitoli ovviamente), da quel tocco di unicità che poi vi farà storcere il naso quando tornerete al doppiaggio italiano.




Appena cominciata c'è una cosa che noterete, il filtro usato per tutti gli episodi.
La pelle delle persone è volutamente più chiara e giallina, mentre tutto il resto sembra velato come da un'aura azzurro cerulea, come se fosse intrisa di magia.
E' stata proprio questa scelta di filtro che ha deciso quale scala cromatica sarei andata ad utilizzare nei make-up.




Il filtro sicuramente ha fatto la sua parte, ma le emozioni e la trama hanno fatto tutto il resto.
Sarà che io sono attratta da tutto quello che è romanticismo d'altri tempi, ma qui c'è proprio una passione che sale pian piano, in modo silenzioso sino a trasformarsi in un'onda impetuosa da cui è veramente difficile sfuggire.
E' qualcosa che ti strega, ti prende al petto e non ti lascia più.

La storia in sé è interessante e scorre bene, non ci sono momenti morti o noiosi, ma non è nemmeno una serie cruenta, ed il mio subconscio ringrazia per questo.

Un'altra cosa importante da dire è che non è la solita storiella di streghe e magia che da sul banale, anche qui è la storia intesa come materia che è intrisa di magia, e che ti fa venir voglia di scoprire ogni singolo perché.

Ora, vorrei proprio evitare di farvi spoiler o altro, quindi passiamo ai make-up.
Vi dico subito che non sono il mio solito genere di make-up, ho tentato di andare un po' fuori dalla mia comfort zone, e devo dire che mi sono divertita moltissimo.

Altra cosa da specificare, non mi metterò a spiegarvi cosadovequandoperché, sotto ogni make-up vi scrivo il titolo (da lì il rimando a cosa mi ha ispirata) ed i principali prodotti che ho usato per realizzarlo.

Prendetela più per una carrellata di immagini, chissà che anche questo vi incuriosisca e vi porti a vedere la serie.

Il vento delle stregheColourpop - Dream St. Eyeshadow palette
Nabla - Nolita Lipstick

Ashmole 782
Anastasia Beverly Hills - Prism & Norvina Eyeshadow palette

De Clairmont
We MakeUp - Ever liquid lipstick + Eyeshadows
Yes, il post finisce così.



Fatemi sapere se come genere e tipo vi piace, così nel caso valuto se farne altri simili, ma soprattutto, ditemi se avete visto la serie e cosa ne pensate.

Ludovica

0 Commenti